BioTropic: manghi estivi dal Senegal di genere "Kent"

Scritto il .

A luglio siamo stati in Senegal, in visita al nostro fornitore di mango senegalese Buur Sine. Questa volta erano presenti sul posto il nostro collaboratore neerlandese Joep van Koevorden e il responsabile della qualità Rick Nap. Insieme ad Amacodou Diouf, presidente della cooperativa Buur Sine, hanno seguito il raccolto e il caricamento dei manghi biologici. Presso Buur Sine la stagione dei manghi comincia a fine giugno e va avanti fino alla fine di agosto.


I campi dei 75 membri della cooperativa si trovano nella regione del Niayes, a circa 60 chilometri dalla capitale e dal porto di Dakar. Le superfici destinate alla coltivazione sono circoscritte: sono grandi da due a cinque ettari* in media. Ciononostante i manghi rappresentano la fonte di introiti principale dei piccoli agricoltori. "Kent" è sinonimo di varietà di mango coltivato. Questo frutto è tondeggiante e consistente, con un colore della buccia che spazia dal verde-rosso al giallo-arancio. Il gusto è dolce e molto aromatico, la polpa succosa e povera di fibre. "Il mango senegalese può essere presente sul mercato internazionale solo in estate. Gli imballatori e i collaboratori di Buur Sine prendono molto seriamente il loro lavoro e si impegnano a garantire la qualità richiesta dagli europei", si rallegra Rick Nap, presente in Senegal per la prima volta.

Subito dopo la raccolta, i gambi dei frutti ancora lunghi vengono recisi. Affinché il succo colloso che ne fuoriesce non faccia in modo che la frutta si attacchi, i manghi vengono posizionati verso il basso nella zona tagliata. Solo allora arrivano alla stazione di imballaggio, dove sono lavati e classificati in base alle dimensioni.

La stazione di imballaggio è bel rifornita in alta stagione, con circa 60 imballatori attivi. I nostri collaboratori si sono rimboccati le maniche e si sono messi a loro volta al lavoro: insieme agli imballatori hanno caricato i manghi con transpallet all'interno di container. "È stato davvero divertente", afferma van Koevorden. "Ho lavorato al mercato precedentemente e guidato abbastanza spesso il carrello elevatore. In qualità di compratore, non lo faccio più così spesso", dice sorridendo. Un container può ospitare 22 pallet con un totale di 240 scatole piene. Si chiude la porta e si appone il sigillo, attività di cui si è occupato Rick Nap. Questo tipo di chiusura è utilizzabile una sola volta e indica eventuali manipolazioni non autorizzate sul contenitore.

La cooperativa è stata fondata nel 2008 su iniziativa di BioTropic, in collaborazione con l'amministratore Diouf. Buur Sine rappresenta per i piccoli agricoltori un partner completo "all in one". La cooperativa si occupa infatti del raccolto, del controllo della qualità e dell'imballaggio della frutta, offrendo inoltre assistenza tecnica. Con BioTropic come partner di distribuzione a livello globale, gli agricoltori possono accedere al commercio internazionale. Diouf sostiene inoltre molti progetti sociali, ad es. in scuole, ospedali e gruppi di donne.

Brevi informazioni su Buur Sine
ORIGINE: Senegal
AVVIO: 2009
PARTNER DI PROGETTO: Buur Sine, cooperativa amministrata da Amacodou Diouf
MEMBRI: 75
SUPERFICIE ADIBITA ALLA COLTIVAZIONE: 125ha
CERTIFICAZIONE: EU-Bio, Bio Suisse, GLOBALG.A.P., Naturland
PRODOTTI: Mango "Kent"

Testo: Visnja Malesic
Immagini: BioTropic GmbH
Versione: Agosto 2017

* 1 ha = un quadrato dai lati di lunghezza 100 m

Tags: Amacodou Diouf (IT), Bio Suisse (IT), Buur Sine (IT), GLOBAL G.A.P (IT), Joep van Koevorden (IT), Mango (IT), Naturland (IT), Rick Nap (IT), Senegal (IT)

Stampa