Di colore arancione vivo e aromatic: i mandarini Nadorcott di BioTropic

Scritto il .

 Frutti lussureggianti: i rami dell'albero sono pieni di mandarini biologici

Nel 2008, Soumia Lomri ed Emile Grac realizzarono il loro sogno: avere un frutteto proprio. I coniugi scelsero il loro paese ideale: il Marocco. Tra la città portuale Essaouira e Marrakech acquistarono un terreno di 100 ettari che rispondeva alle loro esigenze. Su un terzo dell'area piantarono alberi di mandarino, mentre destinarono altre aree più piccole alla coltivazione di arance e fichi. Per loro, l'agricoltura non è un campo nuovo: nella loro patria d'origine, la Francia, Grac e Lomri si occupano del commercio di erbe aromatiche.



Per la coppia, un certo tipo di agricoltura ha rivestito grande importanza sin dall'inizio, perché la ricchezza del suolo in sostanze nutritive e la sostenibilità del lavoro sono fattori che appartengono alla loro filosofia di produzione. Naturalmente, i loro prodotti dovranno ottenere prima o poi la certificazione biologica. I mandarini sono già certificati e presto seguiranno tutti gli altri prodotti.

I mandarini Nadorcott di Grac e Lomri si presentano di un colore arancione vivo. In particolare, il loro sapore tra il dolce e l'acido è così straordinariamente equilibrato da soddisfare qualsiasi preferenza di gusto. I mandarini Nadorcott sono normalmente senza semi e facili da sbucciare.

Il clima della zona è favorevole ai frutti: in estate e in autunno fa caldo, mentre in inverno le notti sono fredde e queste sono necessarie per permettere alla buccia di sviluppare il caratteristico colore arancione vivo. Una parte degli alberi di mandarino di Grac e Lomri è ricoperta da reti che proteggono i frutti dalle cattive condizioni atmosferiche, come il vento e la grandine.

Agli inizi di marzo, Odile Bouron, direttore di produzione della filiale francese di BioTropic, e il suo collega Willem Bakker faranno visita a Grac e Lomri per osservare la raccolta. Si prevede che la stagione durerà fino agli inizi di aprile.

Testo: Visnja Malesic
Immagini: BioTropic GmbH
Edizione: febbraio 2018

Stampa