In giro per la Puglia e la Basilicata con Bio Tropic

Scritto il .

Visita ai fornitori BioTropic: in giro per l'Italia con i clienti

Visita ai fornitori con i clienti

A metà marzo siamo andati insieme ai nostri clienti nella punta meridionale dell’Italia. Le regioni della Puglia e della Basilicata offrono condizioni di coltivazione ottimali per una molteplicità di diversi tipi di frutta e verdura. I nostri clienti hanno avuto così l’opportunità di vedere direttamente chi sono i produttori con i quali da anni intratteniamo una collaborazione di fiducia. Ad accompagnarci durante il viaggio sono stati i nostri colleghi italiani Ivana Giannico, Romana Slusarek e l’ingegnere agrario Mauro Finotti. E allora chi sono i produttori? Alcuni ve li presentiamo qui di seguito:

Cooperativa P.O.A.
La P.O.A. è uno dei maggiori produttori europei di asparagi verdi bio. La cooperativa produce all’incirca 3.000 tonnellate di asparagi all’anno. La P.O.A. coltiva anche broccoli, melagrane e bietole in modo da essere versatile. Il collaboratore della P.O.A. Mario Frisoli ci avrebbe mostrato volentieri già sul posto gli asparagi verdi pronti per il raccolto, se non fosse che le temperature inaspettatamente basse delle ultime settimane hanno ritardato il termine del raccolto. Intanto la P.O.A. è nel bel mezzo della stagione degli asparagi ed è in grado di offrire meravigliosi asparagi bio.

Anche da un punto di vista tecnico la cooperativa è attrezzata al meglio: un impianto di idrorefrigerazione raffredda l’asparago già al suo arrivo. Il che non è irrilevante - in questa regione già a maggio le temperature esterne possono arrivare a 30°C. Stazioni di consegna di proprietà della cooperativa e le più moderne macchine di calibrazione provvedono a fornire l’asparago bio esattamente secondo i desideri dei clienti.

Cooperativa Aba Mediterranea (marchio: Aba Bio)
Attualmente sono 23 i produttori facenti parte della ABA Mediterranea. Sono operativi tutto l’anno e offrono un assortimento di prodotti vario: ad esempio uva da tavola, frutta con nocciolo e angurie. In inverno l’offerta comprende agrumi e verdure tra cui cavolfiore, indivie, finocchio, bietola e varie erbe da cucina. Abbiamo fatto visita ad alcuni dei produttori di Aba Mediterranea:

presso l’azienda LG Fruit si coltiva l’uva. Luigi Giovinazzo, il proprietario terriero, si è specializzato in varietà precoci. Nelle serre a tunnel di plastica in inverno tra le viti crescono diverse piante di erbe aromatiche come il prezzemolo, l’aneto o il coriandolo.

Giuseppe Panetta dell’azienda Panagrum coltiva invece principalmente clementine e arance. Noi abbiamo avuto particolarmente fortuna e abbiamo potuto provare direttamente dall’albero le sue squisite clementine della varietà Nadorcott. Anche a Panagrum si lavora tutto l’anno - si coltiva anche insalata di indivia e varie erbe.

È stata fatta visita anche a Vito Gallicchio, il proprietario dell’omonima azienda. In zona è conosciuto come specialista del taglio dell’albero da frutta. La sua piccola azienda è orientata sulle albicocche che crescono protette in una serra a tunnel di plastica.

Grazie a una produzione che arriva fino a 1.500 tonnellate di uva all’anno l’azienda Filomeno Antonia è uno dei maggiori coltivatori bio della regione. Varietà tardive come la Italia, la Red Globe, la Crimson o la Regal sono il settore in cui si è specializzata la Filomeno Antonia. In autunno il proprietario Giuseppe Filomeno fa piantare tra le file di vitigni le leguminose che trovano utilizzo come concime verde.


L’ultima azienda del nostro viaggio plurigiornaliero è stata quella di Santoro Arcangelo. Sulla superficie di coltivazione di tre ettari abbiamo potuto vedere il finocchio primaverile quasi pronto per essere raccolto. Al momento della pubblicazione di queste novità anche il finocchio intanto è raccolto ed è parte della nostra offerta.

 

Visita ai fornitori BioTropic:

Se siete interessati a intraprendere un viaggio per clienti personalizzato, rivolgetevi a noi. Siamo felici di presentare i nostri fornitori sul posto.

Stampa