Coronavirus: le notizie di novembre

Scritto il .

La crisi del coronavirus è onnipresente, nei mass media, nella società. Negli uffici, nei campi, presso le stazioni di confezionamento, ovunque abbiamo adeguato i nostri processi ai necessari requisiti, talvolta persino riallestendoli ex novo. Colleghe e colleghi, collaboratrici e collaboratori, coltivatrici e coltivatori: tutti remano nella stessa direzione.

Grazie alla nostra reattività e flessibilità, la produzione di frutta e verdure biologiche può proseguire a livello mondiale. Questo ci rende davvero orgogliosi, perché dimostra ancora una volta che un’azione comune e ponderata porta con sé soprattutto risultati positivi. Qual è la situazione attuale?

Agrumi ricchi di energia provenienti dall’Italia e dalla Spagna
In Italia e in Spagna è partita la stagione degli agrumi. “Ora facciamo il pieno di vitamine buone e aromi rinfrescanti, perfetti per mantenere il buonumore nel periodo freddo dell’anno. E se il coronavirus ha mandato all’aria i nostri sogni di viaggi in paesi lontani, ecco allora i tesori della natura venire semplicemente da noi”, racconta ammiccando Doris Thewes, direttrice della filiale italiana. In Italia è tempo di satsuma, una specie di mandarino con una splendida polpa color arancio e la tipica buccia verde. Nelle regioni meridionali della Puglia, della Calabria e della Basilicata, stanno maturando le clementine della varietà Spinoso e Comune. Anche le apprezzate arance Navel sono già disponibili, in tutti i calibri. I limoni si raccolgono quasi tutto l’anno in Italia, la stagione principale della varietà Primofiore è iniziata da qualche settimana. A completare l’assortimento è il pompelmo Star Ruby di Sicilia.

La situazione è analoga in Spagna. Ronald Vianen, direttore della filiale spagnola, racconta: “I coltivatori hanno lavorato in modo ineccepibile nel rispetto delle prescrizioni e siamo lieti che, nonostante le condizioni complicate, sia la raccolta sia il confezionamento non abbiano sinora presentato difficoltà.” In Spagna sono attualmente di stagione: il limone Primofiore Fino, la limetta, il pompelmo Star Ruby, le clementine Clemenules e le meravigliose arance Navelina, caratterizzate da un colore arancio intenso e da una dolcezza folgorante.

Inizia la stagione in Francia – Ufficio e home working nei Paesi Bassi
Odile Bouron, direttrice della filiale francese di BioTropic, riferisce: Anche a Perpignan è partita la stagione invernale: da PBS, in Marocco, sono arrivati i primi bancali di zucchine e peperoni.

Dick Troost, direttore BioTropic nei Paesi Bassi, racconta: “I colleghi qui sono tutti in forma e salute. Al momento si lavora al massimo in quattro per ufficio, come prescritto. La collaborazione funziona bene, ci confrontiamo regolarmente via Skype. L’atmosfera è buona, di tanto in tanto scherziamo anche. Tra i colleghi si percepisce però il desiderio di poter tornare a lavorare insieme in ufficio. Per quanto concerne frutta e verdura, dal punto di vista del flusso merci non si segnala alcun problema. Si prosegue.”

Per i dolci natalizi
Presso la sede principale di Duisburg stanno tutti bene. Anche lì, naturalmente, vengono osservate tutte le necessarie misure precauzionali. “Quest’anno, nel periodo prenatalizio, abbiamo il piacere di poter offrire profumati mango dall’Ecuador. E datteri israeliani, perfetti per i dolci natalizi”, sottolinea Sascha Suler, direttore della filiale tedesca di BioTropic. Altri prodotti del momento disponibili a magazzino sono le banane dalla Repubblica Dominicana, zenzero e curcuma dal Perù e le limette portoghesi.

Come va oltreoceano?
Volker Schmidt, ingegnere agrario e project manager per l’America Centrale, afferma: “Nei paesi del Centro America, la situazione si è un po’ calmata. Rimaniamo tuttavia ovviamente cauti.” Dalla zona di sua competenza, l’area dell'America Centrale, arrivano tanto frutti gustosi. Dalla Costa Rica aspettiamo a giorni un container carico del superalimento curcuma. Dall’Ecuador giungeranno succulenti mango.

Kuemkwong Siemefo, project manager per i paesi africani, riferisce: “Nella Costa d’Avorio si portano attualmente avanti, con tutte le precauzioni del caso, le coltivazioni per la prossima stagione. Laggiù, le recenti elezioni presidenziali sono argomento di grande rilievo, ancor prima del coronavirus, che negli stati africani ha sinora colpito in modo relativamente meno pesante che in altre parti del mondo.”

Noi di BioTropic siamo fiduciosi che gli sviluppi attuali, benché non piacevoli, non ci abbatteranno. Con impegno e creatività, tanto i nostri collaboratori quanto i nostri fornitori e i loro collaboratori daranno il meglio per continuare a commercializzare i propri prodotti. Stiamo raccogliendo non solo i deliziosi frutti reali dell’agricoltura biologica, ma anche i frutti di una lunga e preziosa collaborazione con i nostri partner commerciali. Ogni loro azione è rivolta a mantenere continuità, e un legame d’amicizia che va oltre il mero rapporto d’affari.

Text: Visnja Malesic, Regina Kerz
Images: BioTropic GmbH 
Last updated: November 2020

Stampa